Banda larga: un’accelerazione necessaria

11 Maggio 2021

La rivoluzione digitale non può attendere. Ce ne siamo accorti in maniera ancor più evidente negli ultimi 15 mesi, spesi tra smart working, didattica a distanza e binge watching quasi compulsivo sulle piattaforme di intrattenimento…

Connessione permettendo.

Perché il problema in Italia, atavico e noto, è proprio quello della velocità: la nostra banda non è ancora sufficientemente larga, se paragonata ai nostri vicini di casa. Lo ha certificato il report Worldwide Boadband Speed League 2020, redatto dalla britannica Cable: lo Stivale viaggia di media a 23,18 megabit al secondo in download. Contro il 55,84 della Spagna, il 51 della Francia, il 42 della Germania.

Con tutto il rispetto, superare in classifica Isole Far Oer, Albania, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord e Città del Vaticano non può rappresentare una consolazione. Anche perché geograficamente siamo localizzati nell’area del mondo (Western Europe) che vanta il risultato complessivo migliore (media di 81,19) e ben 8 delle 10 nazioni più performanti. Estendendo il confronto a livello globale (24,83, + 50% dal 2019), ci accorgiamo di navigare nella parte bassa della graduatoria.

Un trend da invertire al più presto, imprimendo un’accelerazione decisa agli investimenti sulle infrastrutture.

ARTICOLI CORRELATI

AVVISO DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI ADDETTI AREA CONDUZIONE / AREA SPAZZAMENTO, RACCOLTA, TUTELA E DECORO DEL TERRITORIO

È indetta una selezione pubblica, per titoli ed esami, per l’individuazione di addetti area conduzione/area spazzamento, raccolta, tutela e decoro […]

OPENJOBMETIS E QUANTA: L’UNIONE CHE FA LA FORZA!

Con il closing stipulato in data odierna, Openjobmetis comunica il perfezionamento dell’acquisizione del 100% di Quanta S.p.A.. Si ufficializza così […]

Su